Chi sono? Non sono la stessa cosa? Definiamoli insieme per capire meglio.

Contraente: colui che stipula la polizza, firmando il contratto con l’agenzia e pagando il premio indicato nell’assicurazione.
Assicurato: è il soggetto esposto al rischio, colui che fa sorgere la necessità stessa di una polizza.
Beneficiario: attenendosi al significato letterale del termine, è colui che trae vantaggio dalla stipula della polizza, “beneficiando” dei suoi effetti.

È davvero necessario creare una distinzione tra le tre?
Risposta? Dipende (tanto per cambiare).
L’unico modo per capire la reale differenza tra i tre è vedere COME giocano all’interno dei vari “match” assicurativi.

TCM: questa polizza corrisponde un capitale ad un beneficiario in caso di decesso dell’assicurato. Per capire meglio, prendiamo ad esempio un nucleo familiare composto da tre persone: Madre, Padre e Figlio. Sono molteplici gli scenari che si possono prospettare, noi ci occuperemo di quello che vede distinti i tre ruoli. Madre stipula la polizza TCM (Contraente) in cui viene stabilito che, in caso di decesso di Padre (Assicurato), venga corrisposto un capitale a Figlio (Beneficiario).

Non è chiaro? Siete interessati ad ulteriori informazioni? Seguici sui nostri Social per avere maggiori chiarimenti e scoprire nuove curiosità:
facebook, Linkedin, Instagram

Scopri le offerte dedicate a te su MyInsurer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *