Nell’ultimo anno si è riscontrato un incremento considerevole dell’acquisto di bici e monopattini elettrici e contestualmente nei grandi centri urbani si è dato il via alla progettazione e costruzione di nuove piste ciclabili. La crescita dell’utilizzo di questi mezzi è stata incentivata dall’erogazione di bonus per l’acquisto degli stessi.
Il tutto ha sollevato l’esigenza di regolamentarne la circolazione su strada. Il Codice della strada ha subìto in tal senso delle riforme, di cui l’ultima è datata al 10 novembre.
Cosa comporta? E soprattutto, cosa cambia?
Con l’entrata in vigore del Nuovo Codice della Strada, sono stati inseriti i seguenti obblighi:

  • la velocità massima per i monopattini è ridotta da 25 km/h a 20 km/h sulle strade urbane (per le aree pedonali il limite è 6 km/h, già in vigore con il codice antecedente); 
  • i monopattini non possono essere utilizzati dai soggetti di età inferiore ai 14 anni; 
  • munire il proprio monopattino di luci, frecce e stop; 
  • scatta la confisca per i mezzi modificati;
  • i minori alla guida hanno l’uso obbligatorio del casco

Relativamente alla violazione delle normative, sono state introdotte le seguenti sanzioni:
Da 100 a 400 euro per chi circola in monopattino modificato
Da 41 a 168 euro per chi parcheggia sul marciapiede
Da 50 a 250 euro per altre infrazioni.

STAY GREEN, STAY SAFE
Tra i vantaggi riscontrati nel ricorso a bici e monopattini elettrici, vi è sicuramente la riduzione del traffico e delle emissioni di CO2, problemi sempre attuali e a cui difficilmente si riesce a porre rimedio. Ciononostante, è necessario adottare le giuste cautele e mantenere alto il livello di attenzione.
A tal proposito, un paio di consigli:

  • seppur non obbligatori per tutti, i dispositivi di sicurezza sono caldamente consigliati. La guida di bici e monopattini elettrici espone ad un rischio elevato, ragion per cui misure come indossare il casco o anche, per i più ansiosi, le ginocchiere rappresentano un buon meccanismo di protezione
  • Per quanto fondamentali, le protezioni fisiche non sono sufficienti a proteggere noi stessi e gli altri, gli imprevisti potrebbero essere frequenti e soprattutto fuori dalla nostra portata; pertanto, esistono numerose polizze assicurative che si pongono come “scudo” in caso di circostanze avverse, tra cui:
  1. Polizza infortuni: questa polizza interviene a tutela del patrimonio dell’Assicurato nei casi dai più ai meno gravi di infortunio. Esistono varie proposte e alcune di queste create appositamente per la famiglia. Scopri di più!
  2. RC del Capofamiglia: questa polizza tiene indenne l’Assicurato e il suo nucleo nel caso di danni causati a terzi di cui egli sia civilmente responsabile. Il prodotto copre anche nel caso in cui all’interno del nucleo siano presenti animali domestici. Scopri di più!

Una guida sicura e una guida green: due entità diverse o una unica?
Il rispetto per l’ambiente è uno dei valori fondamentali della nostra epoca, ma rendere il mondo un posto incontaminato non significa in un certo senso preservare la nostra salute e la nostra sicurezza?
Tuteliamo il pianeta, tuteliamo noi stessi: stay green, stay safe, stay insured!
Visita il sito www.buzziassicurazioni.it e scopri le offerte dedicate a te sul nostro portale MyInsurer. Rimaniamo a disposizione anche telefonicamente allo 010 565582 e tramite mail Info@buzziassicurazioni.it per eventuali chiarimenti o preventivi personalizzati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.