Nel precedente articolo abbiamo definito l’utilità della polizza viaggi in generale, i contesti in cui può operare e la flessibilità nella sua attivazione (se non l’hai ancora letto, clicca su questo link). È quasi d’obbligo quindi stabilirne le peculiarità e la struttura per individuare cosa copre la polizza.
Tendenzialmente, una polizza viaggi si costituisce di quattro parti: Assistenza alla Persona, Rimborso delle spese mediche, Assistenza al patrimonio, Perdita bagaglio.
Partiremo con la descrizione delle prime due sezioni. 

ASSISTENZA ALLA PERSONA: la tua mela al giorno 
Quando si parla di assistenza alla persona in una polizza viaggi si intende principalmente la tutela dell’Assicurato nel caso egli riscontri problemi in ambito sanitario (hai mai sentito parlare della polizza sanitaria? Leggi il nostro articolo e scopri di più). 
Cosa si intende per problemi relativi all’ambito sanitario? Quanti e quali sono i servizi inclusi all’interno di questa garanzia?
Orientativamente le esigenze considerate contengono: la necessità di contattare un medico specialista, di segnalare farmaci corrispondenti in caso di un viaggio all’estero o l’invio di farmaci dall’Italia, di una consulenza veterinaria,  di un interprete, dell’invio di un medico generico o di un’ambulanza, la trasmissione di messaggi urgenti. È possibile inserire anche il soggiorno di un familiare o il rientro dei partecipanti dal viaggio. 
In caso di situazioni più gravi, potrebbe essere previsto anche un anticipo sulla cauzione legale e/o delle spese penali. 
Le casistiche in cui il prodotto può intervenire sono molteplici e più numerose rispetto a quelle inserite nell’articolo ma la finalità di questo scritto non è tanto quella di elencare tutte le possibili garanzie presenti nella polizza quanto quella di indicare in linea generale le sue caratteristiche. 

RIMBORSO DELLE SPESE MEDICHE: ci pensa l’assicurazione”
L’importanza di questa sezione emerge soprattutto quando, in un Paese estero, bisogna confrontarsi con un sistema sanitario molto diverso da quello italiano. 
In moltissimi Stati, infatti, la sanità è privata e ha un costo difficilmente sostenibile. 
In altri Paesi ancora, qualora sia pubblica, non offre cure mediche adeguate pertanto, per forza di cose, si ripiega ugualmente nella sfera privata, con il problema affrontato precedentemente. 
In tal senso, occasionalmente, potrebbe essere incluso nella polizza un rimborso delle spese mediche derivanti da infortunio o malattia improvvisa e riferite a prestazioni mediche, farmaceutiche e ospedaliere relative a eventi successi durante il viaggio. Il rimborso massimo è pari alla cifra concordata al momento della stipula e inserita nella scheda di polizza.

Ciò che è contemplato in questa sezione mette a disposizione dell’Assicurato un servizio di sostegno a 360 gradi a fronte di situazioni difficili in un contesto non suo, sia egli all’estero o in Italia. 
Puoi avere dei figli o un cane, puoi andare in macchina, in bici o in motorino con la consapevolezza di essere assistito 24 ore su 24 da un servizio sanitario a tutto tondo. Basta un gesto per avere la tua tranquillità a portata di mano. 
Viaggia sicuro, viaggia sereno, viaggia assicurato.

Scopri i nostri articoli sul sito www.buzziassicurazioni.it e scopri le offerte dedicate a te sul nostro portale MyInsurer. Rimaniamo a disposizione anche telefonicamente allo 010 565582 e tramite mail Info@buzziassicurazioni.it per eventuali chiarimenti o preventivi personalizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.