Nelle ultime pubblicazioni, sui nostri social e sul nostro sito, abbiamo iniziato ad affrontare le polizze per la casa soffermandoci in maniera particolare sui valori con i quali vengono calcolati i massimali e i capitali d’indennizzo (leggi articolo precedente).
In questo articolo affronteremo il Primo rischio Assoluto e le differenze con il Valore Intero cercando di darvi una panoramica completa.

Primo rischio assoluto
Il primo rischio assoluto prevede un risarcimento del danno fino al massimale assicurato, anche in caso di sottoassicurazione, che viene stabilito al momento dell’attivazione della polizza e che come nella polizza a valore intero il risarcimento non potrà mai superare il valore di ricostruzione a nuovo dell’immobile.
Questa modalità di assicurazione si usa quando è più difficile stabilire con precisione il corretto valore di ricostruzione.
Anche qui facciamo un esempio per capire meglio:
Es. Marco ha una casa con un Valore di 100 mila euro e stipula una polizza a Primo Rischio assoluto con massimale di 100 mila euro. In caso di sinistro un perito assicurativo avrà il compito di stabilire l’entità del danno e successivamente la compagnia assicuratrice rimborserà la quota del sinistro fino ad un massimo di 100 mila indipendentemente che ci sia il caso di sottoassicurazione. In caso di danno superiore al capitale assicurato la differenza resterà a carico dell’assicurato. Facciamo un po’ di calcoli così da capire meglio:
-valore casa 100, capitale assicurato 100, danno 10 rimborso 10;
-valore casa 110, capitale assicurato 100, danno 10, rimborso 10;
-valore casa 90, capitale assicurato 100, danno 90 (cioè il 100%), rimborso 90.

Accorgimenti:

  • Una polizza a Valore Intero ha un costo mediamente più basso rispetto al primo rischio assoluto e viene comunemente più usata;
  • In caso di stipula di una polizza a Valore Intero ti suggeriamo di aggiornare la polizza ogni 5 anni circa per seguire i tassi di inflazione che fanno aumentare i prezzi di costruzione;
  • La polizza a primo rischio assoluto viene comunemente usata per assicurare il contenuto della propria abitazione perché è più difficile avere un valore certo del valore del contenuto di una casa.

Ci teniamo a ricordare che è sempre consigliato stipulare una polizza per il proprio immobile al fine di non affidarsi solamente al destino.
Ti consigliamo inoltre di rivolgerti sempre a un esperto che saprà guidarti nella scelta più appropriata alle tue esigenze oppure di seguire i nostri articoli per sapere come procedere da solo.
Per consultare le nostre proposte vi invitiamo a visitare il sito www.myinsurer.it o a contattarci allo 010 565582 o via mail all’indirizzo info@buzziassicurazioni.com per preventivi personalizzati e consulenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.