In Italia circa 4milioni di persone sono in difficoltà economica a causa delle spese “out of pocket” che devono sostenere durante l’anno. La voce “spese sanitarie” è una di quelle che più pesa nelle tasche degli italiani: 1 milione sostiene spese superiori al proprio reddito e 2,6milioni dichiarano di dover rinunciare alle cure mediche proprio per l’elevato costo.

Ora prima di addentrarci in discorsi tecnici pensiamo al ragionamento che facciamo ogni mese per distribuire le nostre spese e, se riusciamo, i nostri risparmi: affitto/mutuo, bollette, spesa, benzina, scuola per i figli, sport… quasi sicuramente una buona parte di noi quando fa il calcolo di dove poter tagliare i costi non prende in considerazione la possibilità di limitare una di queste voci o perché sono spese fisse o perché ormai sono considerate tali e allora a cosa possiamo rinunciare per risparmiare qualcosa a fine mese? Il ragionamento è semplice, risparmiamo su ciò che possiamo rimandare.
Ma siamo sicuri che questo sia veramente un risparmio? Stiamo davvero creando una base solida che possa garantirci la serenità di cui avremo bisogno nei momenti di difficoltà?

Ovviamente il nostro intento non è dispensare verità assolute ma, piuttosto, suggerimenti o semplicemente punti di vista differenti.

Noi ci siamo fatti queste domande e la nostra risposta è: “non sempre!”

Attenzione è assolutamente vero che la prima forma di risparmio è evitare di spendere dove possibile, quindi ciò che possiamo rimandare, ma è altrettanto vero che questo è da intendersi come risparmio immediato e non preventivo o futuro.
Immaginate di dover sostenere una spesa imprevista o dover fronteggiare un’emergenza, i piccoli risparmi che riusciamo a metterci da parte non sempre sono sufficienti ed è per questo che è importante capire come e quali mezzi abbiamo a disposizione per non farci prendere alla sprovvista nel momento del bisogno.
Quando pensiamo alle assicurazioni le vediamo come un costo che dobbiamo affrontare ora per essere coperti (forse,non si sa se e come) un domani e di conseguenza ecco trovato il primo candidato per essere tagliato dal budget famigliare… ma proviamo a cambiare punto di vista giusto il tempo di leggere queste poche righe.

Se i 4milioni di italiani che sono in difficoltà economica a causa delle “spese impreviste” fossero stati a conoscenza della possibilità di dedicare una piccolissima parte del loro risparmio mensile a forme di assicurazione che, qualora verificato il fatto, si fossero assunte totalmente il rischio coprendolo interamente?

Se sapessimo di poter fare affidamento a svariate tipologie di prodotti assicurativi (polizze infortuni , casa  ecc) che nel momento del bisogno fossero in grado di coprire il costo totale o parziale delle nostre spese sanitarie?
Se avessimo a disposizione un network sanitario (scopri Mynet) tale per cui fosse disponibile una rete di diversi servizi convenzionati ai quali poter accedere risparmiando il 30-40-50% della spesa?
Se ci fosse tutto questo, saremmo disposti a prendere una piccolissima parte del nostro risparmio immediato e investirla per avere la certezza di un risparmio maggiore e sicuro nel momento del bisogno?

Non focalizziamoci più sulla classica, costosa e, per quanto fondamentale, antipatica RC Auto, apriamo gli occhi verso tutti quei prodotti a basso costo che possono realmente cambiarci gli equilibri (polizza dello studio, infortuni). Una polizza o un qualunque servizio assicurativo non deve per forza costare tanto per soddisfare le nostre esigenze.
Quello che vogliamo dire è che sicuramente le assicurazioni non sono la risposta a tutto ma che queste “opzioni” esistono e più noi avremo fiducia e ci affideremo ad esse tanto più saranno accessibili.
Copertura assicurativa e network sanitario convenzionato non sono nella nostra concezione un risparmio, ogni mese, infatti, dobbiamo comunque dedicare anche solo che una piccolissima parte del nostro reddito per garantirci questo servizio, ma sono un INVESTIMENTO!
Un investimento sul nostro futuro e sulla nostra tranquillità.

Scopri gli altri nostri articoli sul sito www.buzziassicurazioni.it e scopri le offerte dedicate a te sul nostro portale MyInsurer. Rimaniamo a disposizione anche telefonicamente allo 010 565582 e tramite mail Info@buzziassicurazioni.it per eventuali chiarimenti o preventivi personalizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.