Cos’è Capiamoci?
Per rispondere a questa domanda occorre chiedersi quale sia in italia, tra gli assicurati, la conoscenza in materia e la loro esperienza come utenti di questo fondamentale servizio.
Dati alla mano, nel nostro paese, esiste poca consapevolezza e conoscenza del prodotto assicurativo, una bassa soddisfazione del servizio e spesso l’assicuratore viene considerato come un furfante.
Per cercare di ovviare a questa serie di spiacevoli inconvenienti, che spesse volte ci è capitato di incontrare, abbiamo deciso di creare una rubrica atta dare ai nostri clienti il maggior numero di informazioni al fine di essere pienamente a conoscenza di ciò che viene proposto, capirne vantaggi e svantaggi, pregi e difetti o semplicemente per creare in autonomia la polizza di cui si ha bisogno.
Vogliamo portare alla luce tutte quelle sfaccettature delle polizze, anche le più nascoste, per consentire ai nostri lettori di effettuare un acquisto consapevole.
Il nostro scopo è quello di rendere fruibili a tutti le famose condizioni di polizza, detestate dalla maggior parte degli assicurati, e scritte in “assicuratese”, una lingua molto spesso incomprensibile.
Per “capirci”, concludiamo con un piccolo esempio, sconosciuto ai più e spesse volte sottovalutato: il limite per inviare la disdetta.
Tale limite è fissato:
– Per le polizze auto e rischi collegati non è richiesta la disdetta;
– Per le polizze non auto la disdetta di polizza deve essere inviata tramite P.E.C. o raccomandata, entro 30 giorni antecedenti la scadenza assicurativa annuale.
Ecco cos’è “Capiamoci”, un piccolo bagnami che permette a noi di essere più umani e meno “assicuratori alla love bugs” e a voi di essere più informati e consapevoli.
Come dice un antico proverbio “il sapere rende liberi” senza dimenticare che non si finisce mai di imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.